Una competenza spesso trascurata dai Web Designer Freelance che iniziano a lavorare sul Web è l’auto-promozione.

Va bene conoscere le basi della progettazione: Photoshop, HTML, CSS e tutte le competenze necessarie per costruire un sito web, ma tutta questa conoscenza porterà a pochi risultati se non si conoscono le strategie di marketing per auto promuoversi.

Oggi voglio affrontare l’argomento Marketing per Web Designer Freelance. Cosa fare, come muoversi, come trovare clienti e comunicare con loro.

Il Sito Web del Web Designer

marketing per web designer

Gli elementi fondamentali che dovrebbe includere il Web Designer nel suo sito web personale sono 5:

  1. Blog
  2. Portfolio lavori
  3. Newsletter
  4. Presentazione
  5. Contatti

#1 Il Portfolio

Su Alessia Design ho spesso sottolineato l’importanza di avere un Portfolio ben costruito e che attiri l’attenzione del cliente.

Quando presenti un lavoro, oltre alla presentazione grafica del prodotto, ricordati di inserire le informazioni giuste. Spesso noi Web Designer commettiamo un grosso errore nella presentazione dei nostri lavori. Pensiamo più da progettisti che da marketer.

Dobbiamo imparare a metterci nei panni del cliente.

Al cliente non importa come hai costruito il sito, che linguaggio hai usato, perché hai scelto quei colori e via dicendo.

Al cliente importano solo i risultati. Che benefici hai portato all’azienda o al cliente che ti ha commissionato il sito? Che problema/i ha risolto il cliente grazie al tuo intervento?

#2 Blog

Tenere un blog ricco di contenuti e consigli utili è fondamentale.

I contenuti attirano l’attenzione e ti permettono di creare diversi contatti e relazioni digitali.

L’importante è creare un calendario editoriale e rispettare la pubblicazione dei contenuti che non deve avvenire una tantum ma in modo regolare.

#3 Newsletter

Il blog ti da anche la possibilità di creare una Newsletter.

La Newsletter è utile per fidelizzare i lettori e aggiornarli con nuovi articoli, consigli e annunci promozionali.

Il discorso è identico a quello del blog: sii costante. Decidi un giorno in cui inviare la newsletter e rispetta le scadenze.

#4 Presentazione

Il sito web non è un negozio fisico dove puoi interagire con il cliente, parlarci e allacciare un tipo di rapporto. Il sito web è neutro e spesso impersonale.

Per dare un appiglio al lettore devi farti conoscere. Mostrarti un po’.

Crea una pagina dedicata a te come persona dove ti presenti, fai vedere chi sei e gli obiettivi che hai raggiunto finora.

A volte è anche bello entrare un po’ sul personale e raccontare un pezzo della propria vita: passioni, hobby, curiosità.

#5 Contatti

Il modulo di contatto dovrebbe essere abbastanza striminzito, quel tanto che basta per farti contattare senza spaventare il cliente.

Chiedere troppi dati può risultare invadente. Nome, indirizzo email e testo del messaggio sono sufficienti per iniziare a conoscersi.

Trovare Clienti

trovare clienti

Dove trovare i clienti?

Va bene creare il sito web e riempirlo di contenuti. Sicuramente ti permetterà di farti notare, ma ricorda che non sei solo sul web e moltissimi altri web designer o aspiranti tali stanno facendo il tuo stesso percorso.

Soprattutto all’inizio siamo noi a dover bussare alla porta del cliente.

Amici e Familiari

Se sei agli inizi la prima porta dove andare a bussare è sicuramente quella di amici e familiari.

Probabilmente saranno i tuoi primi lavori. I primi che aggiungerai al tuo portfolio.

Anche se difficilmente otterrai lavori grossi e danarosi, cerca di dare il massimo delle tue capacità. Ti serviranno per presentarti al meglio ai tuoi prossimi clienti.

Servizi di Outsourcing

Online esistono tantissimi siti web dove sono i clienti stessi a mettere gli annunci di lavoro.

C’è a chi serve un sito web semplice, chi un e-commerce, chi ha bisogno di un restyling e così via.

Sfortunatamente in questi siti non importa quanto sei bravo ma quanto sei economico.

Esistono anche clienti competenti che sanno cosa vogliono e sanno dare un giusto valore al servizio richiesto, ma sono molto pochi e spesso sommersi di richieste.

Puoi comunque fare un tentativo usando il servizio gratuito e proporti per alcuni lavori.

Alcuni tra i siti che utilizzo più spesso c’è:

Mirko D’Isidoro ne consiglia diversi nel sito dedicato ai Web Designer Freelance.

Collaborazioni con Web Agency

Il modo migliore per ottenere dei lavori e affiancarsi alle Web Agency.

I clienti interessanti preferiscono rivolgersi alle aziende piuttosto che al singolo Freelance. Senza contare che le Web Agency investono parecchio in pubblicità (Adwords, Facebook Ads, Volantini, ecc…).

Trovandosi molti clienti non riescono a seguire tutti i lavori, soprattutto quelli di clienti più piccoli. Ma ecco che arrivi tu a dargli una mano come braccio esterno all’azienda. La Web Agency non perderà il cliente e guadagnerà una piccola percentuale senza doversi impegnare direttamente.

Pubbliche Relazioni

stringere collaborazioni

Un terzo aspetto da curare sono le pubbliche relazioni.

La maggior parte dei Web Designer lavorano da casa, senza interazioni con altre persone/colleghi con cui potersi confrontare.

Questo purtroppo è uno degli aspetti più negativi del nostro lavoro: la solitudine.

Per evitare di isolarsi il Web Designer dovrebbe sforzarsi di interagire il più possibile con l’ambiente esterno senza chiudersi a riccio dietro al proprio pc.

Gruppi Social

Ci sono tantissimi gruppi social dedicati al Web Design soprattutto su Facebook e Google+. Aggiungersi a uno di questi gruppi e iniziare ad interagire con gli altri membri può aiutare a creare delle relazioni che possono trasformarsi in collaborazioni interessanti.

Alcuni gruppi social che seguo su Facebook:

Partecipa ad eventi di settore

Un altro modo per fare nuove amicizie ed allacciare collaborazioni è partecipare a eventi di settore.

Dai un’occhiata agli eventi più importanti che riguardano la tua attività e segnali sul calendario.

Siti come Startup Italia e Eventbrite ti aiutano a trovare gli eventi più vicino a te a cui partecipare.

Cura le tue amicizie

Anche uscire con gli amici e andare a prendere un aperitivo al bar può rivelarsi utile per il proprio lavoro.

Ci aiuta a superare i momenti di stress e a darci nuova carica per affrontare le giornate impegnative.

Regalati qualche momento di svago ogni tanto. Esci fuori, prendi un po’ di luce. Chiacchiera e divertiti con i tuoi amici.

Magari tra una chiacchiera e l’altra potrebbe nascere un’idea interessante.

Pubblicità

investire in pubblicità

Per avere successo nel proprio lavoro bisogna imparare ad investire su di esso. Non parlo solo di corsi e master da seguire ma anche di pubblicità.

Ci sono diversi modi per farsi pubblicità, sia online che offline.

Personalmente investirei su entrambi.

Per quanto riguarda la pubblicità online esistono diversi strumenti a nostra disposizione: Google Adwords, Facebook Ads, Craigslist.

Per approfondire ti mando a un interessante articolo scritto da Nicoletta Crisponi per Ninja Marketing: Come funziona e quanto spendere per la pubblicità online »

Non solo soldi

Per investimento chiaramente non parlo solo di soldi ma anche di tempo.

Una parte del nostro lavoro dovrebbe mirare alla creazione di contenuti: video, podcast, tutorial, webinar, slide, ebook, infografiche. Tutto il materiale in più che riusciamo a produrre darà modo di farci conoscere e (di)mostrare le nostre competenze.

Link Utili

Per finire ti consiglio di leggere 2 articoli interessanti su come trovare clienti online e come curare la propria strategia di marketing:


Tu come ti comporti per trovare nuovi clienti? Raccontamelo nei commenti.

Ti è piaciuto questo articolo?